settembre 13, 2009

Gruppo promettente!

Posted in Articoli, Emozioni, Musica a 5:00 pm di lucy72

PHOENIX COVER BAND

Phoenix

Phoenix

Gruppo di recente formazione, conta tra le proprie fila musicisti di decennale esperienza che sapendosi rigenerare (Phoenix – Fenice ) hanno saputo dar vita ad un gruppo di ottimo spessore. Gruppo eclettico che ripercorre in un continuo inserimento di nuove cover le tappe più interessanti della musica pop, rock e disco music. Uno spettacolo che sa intrattenere  lo spettatore fino alla fine. Divertimento assicurato! Ecco un assaggio della loro musica:

I componenti del gruppo sono:

Barbara: cantante

Lorella: tastierista e seconda voce

Marco C.: batterista

Marco B.: bassista

Denis: chitarrista

Matteo: tecnico del suono

E’ possibile ascoltare altre canzoni dei Phoenix visitando il sito:

www.myspace.com/phoenixcoverband

Phoenix cover band

Phoenix cover band

Barbara

Barbara

 Se volete ascoltare la loro musica li troverete sabato 19 Settembre alle ore 22.00 al bar Thomas di Cerea.

Questo gruppo ormai non c’è più!

Annunci

luglio 1, 2009

Poesie d’estate

Posted in Emozioni, Pensieri e Parole, Poesie a 4:09 pm di lucy72

estate1

Ho inserito alcune poesie sulla stagione in corso: l’estate

POESIE D’ESTATE

01estate

 

Estate al mare
Estate al mare

           

Aquila al tramonto
Aquila al tramonto
tramonto al mare
tramonto al mare
Tramonto sulle Dolomiti
Tramonto sulle Dolomiti

 

 

 

 

 

Ecco un video intitolato “I COLORI DELLA NATURA: ESTATE

Le immagini rappresentano suggestivi paesaggi naturali che esaltano la bellezza della stagione estiva, le musiche sono di Johann Sebastian Bach. Buona visione!

 

Cliccando sulla parola estate troverete alcuni disegni da fotocopiare e colorare:  Estate

giugno 18, 2009

Progetto accoglienza

Posted in Progetti, San Vito, Scuola a 6:02 pm di lucy72

Progetto Accoglienza “Diversi ma…uguali”

Per cominciare nel migliore dei modi l’anno scolastico, le classi terze di San Vito hanno letto il libro “La città dei 10 colori”. Discutendo insieme, divisi in piccoli gruppi si sono resi conto che  i bambini del mondo SONO TUTTI UGUALI anche se di tanti colori, tutti insieme possiamo imparare e aiutarci per crescere meglio!

Ecco il bellissimo cartellone realizzato dalle classi terze:

Diversi ma uguali

Diversi ma uguali

 

maggio 24, 2009

Consiglio Comunale dei Ragazzi

Posted in Didattica, Eventi di plesso, Progetti, San Vito, Scuola a 3:23 pm di lucy72

Ecco il programma elettorale dei ragazzi di quarta e quinta della scuola primaria “Dante Alighieri” di San Vito di Cerea:

CCR programma elettorale San Vito

Sono stati eletti come assessori:

I tre assessori di San Vito

I tre assessori di San Vito

Mantovani Nicolò,  Vardabasso Anna,   Scevaroli Ilaria

Auguri di Natale

Posted in Auguri, Didattica, Eventi di plesso, San Vito, Scuola a 2:41 pm di lucy72

Ecco alcune cartoline di Natale realizzate dai ragazzi delle classi quarte di San Vito:

clicca sul nome e si aprirà la cartolina:

AndreeaAlex,  Paola, Mirko,

Thomas, Sofia B, Giulia R., Vinicius, Erik L., Mattia,

Giulia L, Bryan, Carolina, Federico,

Sonia, Emanuele, Lorenzina, Patry.

(prova a introdurre un cd audio con motivi natalizi nel lettore cd: la musica partirà con l’animazione della diapositiva!)

dicembre 29, 2008

Auguri

Posted in Auguri, Pensieri e Parole, Poesie a 9:32 pm di lucy72

tanti auguri di

Buon anno a tutti!

Che sia questo anno appena iniziato
un viaggio meraviglioso
che sia per chi ha un sogno
l’avverarsi
o chi ne privo
il vederlo nascere.
Che sia per chi si stringe
ad un amico un anno pieno di affetto.
Per chi lo cerca la possibilità di trovarlo.
Che sia per tutti un anno magico
fatto di sogni di speranze e bontà.
Fatto di momenti pieni di serenità.

happynewyear10  buon-anno10

 

 

dicembre 14, 2008

Poesie di Natale

Posted in Senza Categoria a 5:10 pm di lucy72

E’   NATALE

E’ Natale ogni volta che sorridi
a un fratello e gli tendi una mano.

E’ Natale ogni volta che rimani
in silenzio per ascoltare l’altro.

E’ Natale ogni volta che non accetti
quei principi che relegano gli oppressi
ai margini della società.

E’ Natale ogni volta che speri
con quelli che disperano
nella povertà fisica e spirituale.

E’ Natale ogni volta che riconosci con umiltà i tuoi limiti e la tua debolezza.

E’ Natale ogni volta che permetti al Signore di rinascere per donarlo agli altri.”

Madre Teresa di Calcutta

 

 

 

Lettera a Gesù

M. Lodi

 

Caro Gesù,

 dà la salute a Mamma e Papà

un pò di soldi ai poverelli,

porta la pace a tutta la terra,

una casetta a chi non ce l’ha

e ai cattivi un po’ di bontà.

E se per me niente ci resta

sarà lo stesso una bella festa.

 

natale63

 

 

Il mago di Natale

Gianni Rodari

 

S’io fossi il mago di Natale

farei spuntare un albero di Natale

in ogni casa, in ogni appartamento

dalle piastrelle del pavimento,

ma non l’alberello finto,

di plastica, dipinto

che vendono adesso all’Upim:

un vero abete, un pino di montagna,

con un po’ di vento vero

impigliato tra i rami,

che mandi profumo di resina

in tutte le camere,

e sui rami i magici frutti: regali per tutti.

 

Poi con la mia bacchetta me ne andrei

a fare magie

per tutte le vie.

 

In via Nazionale

farei crescere un albero di Natale

carico di bambole

d’ogni qualità,

che chiudono gli occhi

e chiamano papà,

camminano da sole,

ballano il rock an’roll

e fanno le capriole.

Chi le vuole, le prende:

gratis, s’intende.

 

In piazza San Cosimato

faccio crescere l’albero

del cioccolato;

in via del Tritone

l’albero del panettone

in viale Buozzi

l’albero dei maritozzi,

e in largo di Santa Susanna

quello dei maritozzi con la panna.

 

Continuiamo la passeggiata?

La magia è appena cominciata:

dobbiamo scegliere il posto

all’albero dei trenini:

va bene piazza Mazzini?

 

Quello degli aeroplani

lo faccio in via dei Campani.

 

Ogni strada avrà un albero speciale

e il giorno di Natale

i bimbi faranno

il giro di Roma

a prendersi quel che vorranno.

 

Per ogni giocattolo

colto dal suo ramo

ne spunterà un altro

dello stesso modello

o anche più bello.

 

Per i grandi invece ci sarà

magari in via Condotti

l’albero delle scarpe e dei cappotti.

Tutto questo farei se fossi un mago.

 

Però non lo sono

che posso fare?

 

Non ho che auguri da regalare:

di auguri ne ho tanti,

scegliete quelli che volete,

prendeteli tutti quanti.

 

 

dicembre 13, 2008

I bambini imparano ciò che vivono

Posted in Emozioni, Pensieri e Parole, Poesie a 5:31 pm di lucy72

I bambini imparano cio’ che vivono

I bambini imparano ciò che vivono.

Se un bambino vive nella critica impara a condannare.

Se un bambino vive nell’ostilità impara ad aggredire.

Se un bambino vive nell’ironia impara ad essere timido.

Se un bambino vive nella vergogna impara a sentirsi colpevole.

Se un bambino vive nella tolleranza impara ad essere paziente.

Se un bambino vive nell’incoraggiamento impara ad avere fiducia.

Se un bambino vive nella lealtà impara la giustizia.

Se un bambino vive nella disponibilità impara ad avere una fede.

Se un bambino vive nell’approvazione impara ad accettarsi.

Se un bambino vive nell’accettazione e nell’amicizia impara a trovare l’amore

nel mondo.

Doret’s Law Nolte

settembre 19, 2008

Autunno

Posted in Musica, Poesie, Scuola a 4:58 pm di lucy72

I COLORI DELLA NATURA: L’AUTUNNO

 

Autunno da ammirare

Autunno da ammirare

 

 


La caduta delle Foglie

 

In Autunno, le foglie cadono dagli alberi e

le ritroviamo a terra, umide di rugiada al

mattino, fruscianti sotto i piedi dopo una

bella giornata di sole.

Ecco, di tutti i colori; gialle, rosse, verdognole,

brune; di tutte le forme, di tutte le grandezze

e forme.

Nell’autunno l’albero si prepara per il lungo

sonno invernale: non assorbe più nutrimento

dal terreno e le foglie, a poco  poco, ingialliscono

a cadono. La caduta delle foglie è provvidenziale,

perché i rami fronzuti si spezzerebbero sotto il

peso della neve.

La foglia è un piccolo essere, che vive soltanto

una stagione; ma la pianta ha il segreto di

quella formula e la ripete  sempre uguale

ogni primavera

 

 

Cadono già le foglie.

 

 Sono stanche.
Hanno visto tant’acqua e tanto sole.
Sbocciate con le tenere viole,
cadono prima delle nevi bianche.
La loro vita dura una stagione:
cadono a sciami,a sciami frusciando;
i bimbi le sparpagliano passando
e le raccolgono a farsene corona.
Il vento le trasporta in mulinello
e soffia e picchia con malinconia;
esse fan tutti gli anni questa via:
parton col brutto e tornano col bello.
 

R:Callevi

 

Foglie Gialle

Ma dove ve ne andate,
povere foglie gialle
come farfalle
spensierate?
Venite da lontano o da vicino
da un bosco o da un giardino?
E non sentite la malinconia
del vento stesso che vi porta via?
 
 Trilussa

 

La Castagna 

La castagna rotondetta
nella teglia buchettata
danza, salta, piroetta
con la bocca spalancata.
Fa versacci a più non posso
perché il fuoco ch’è vicino,
che le arriva quasi addosso,
la solletica un pochino.
Le s’inchina la testina,
ed il cuore le si dona
come un cuor di pratolina.
L’aria, intorno, odora, odora.

 

E. Gerin

 

Autunno da colorare  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

aprile 3, 2008

Posted in Emozioni, Pensieri e Parole, Poesie a 7:02 pm di lucy72

Se  

Se… riesci a non perdere la testa,

quando tutti intorno a te la perdono e ti mettono sotto accusa; 

Se… riesci ad aver fiducia in te stesso,

quando tutti dubitano di te, ma a tenere nel giusto conto il loro dubitare; 

Se… riesci ad aspettare, senza stancarti di aspettare,

o, essendo calunniato, a non rispondere con calunnie

o, essendo odiato, a non abbandonarti all’odio

pur non mostrandoti ne troppo buono ne parlando troppo da saggio; 

Se…riesci a sognare senza fare dei sogni i tuoi padroni; 

Se…riesci a pensare, senza fare dei pensieri il tuo fine; 

Se…riesci, incontrando il Successo e la Sconfitta

a trattare questi due impostori allo stesso modo;  

Se… riesci a sopportare di sentire le verità che tu hai dette,

distorte da furfanti che ne fanno trappole per sciocchi,

o vedere le cose per le quali tu hai dato la vita,

distrutte e umilmente, ricostruirle con i tuoi strumenti ormai logori; 

Se…riesci a fare un sol fagotto delle tue vittorie,

e rischiarle in un sol colpo a testa e croce,

e perdere, e ricominciare daccapo

senza dire mai una parola su quello che hai perduto; 

Se… riesci a costringere il tuo cuore, i tuoi nervi, i tuoi polsi

a sorreggerti, anche dopo molto tempo che non te li senti più,

ed a resistere quando ormai in te non c’è più niente,

tranne la tua volontà che ripete …resisti; 

Se…riesci a parlare con la canaglia senza perdere la tua onestà,

o a passeggiare con il re senza perdere il senso comune; 

Se…tanto amici che nemici non possono ferirti; 

Se…tutti gli uomini per te contano, ma nessuno troppo; 

Se…riesci a colmare l’inesorabile minuto,

con un momento fatto di sessanta secondi; 

Tu hai la terra e tutto ciò che è in essa e quel che più conta………

…………SARAI UN UOMO…….figlio mio!  

Rudyard Kipling

Pagina successiva